Storie di una Daruma Doll

Sono successe tante cose.
Ho compiuto 29 anni, l’Infanta ha un molare che ci è costato lacrime sangue febbre e una sleep regression da panico, ormai corre in giro, ho festeggiato il mio secondo anno da mamma ma sottovoce come piace a me, in Grey’s Anatomy è successo di tutto e di più, ho lasciato il lavoro per l’Azienda, che poi era un lavoro per modo di dire ma vabbè, perché mi voglio concentrare su C to Work, che si sta rivelando una fatica e uno sforzo, ma uno di quelli che fai volentieri, come quando si va in montagna o a correre e hai quel momento che spezzi il fiato, il cuore batte forte, sudi da morire e dici oddio non ce la faccio, adesso torno indietro, ma chi me l’ha fatto fare? Ma poi le cose tornano al loro posto, la vista si schiarisce e ricominci a respirare, e puoi goderti la passeggiata fino alla fine perché il peggio è passato.

Comunque, una delle cose più belle che sono successe è che lo scorso weekend abbiamo avuto un ospite tramite il sito warmshowers, che è una specie di couchsurfing ma solo per chi viaggia in bicicletta.

Abbiamo ospitato Yuta, un ragazzo giapponese che ha finito l’università e a 21 anni sta attraversando l’Europa in bici, solo con la sua macchina fotografica, appoggiandosi alle persone a cui chiede ospitalità.
Ha un blog in cui racconta le sue avventure, soprattutto con le immagini, e il suo “logo” è una bambola Daruma, o Dharma.
Non sapendo cosa fosse, mentre lo accompagnavo in macchina alla stazione (gli ho proibito di andare a visitare Expo con la sua costosissima e bellissima bici da cicloturista superattrezzato), mi ha raccontato.
Le bambole Daruma servono a esprimere un desiderio.
Quando è nuova, la bambola ha tutti e due gli occhi bianchi. Esprimi il tuo desiderio, e colori di nero uno dei due occhi. Poi aspetti. Quando il tuo desiderio si è avverato, puoi colorare di nero anche l’altro occhio.
Io non ho una bambola Daruma ma credo di averne bisogno: i desideri in questo periodo si moltiplicano, e il bisogno di dargli una direzione, di trovare loro un nume tutelare a cui affidarli affinché finalmente si compiano e si liberino.
E io con loro.

3 pensieri su “Storie di una Daruma Doll

  1. Bella questa nuova avventura del couchsurfing. …io ho una daruma che mi regalo ormai sette anni fa un nostro amico tornando dal Giappone (anzi lui e quella che adesso è sua moglie ne regalarono una per ciascuno a ogni coppia fidata di amici: quattro daruma, ognuna di un colore diverso: a me tocco quella di colore giallo). Ebbene, quella bambola è l’emblema di come sono fatta: è ancora senza tutti e due gli occhi. Quando volevamo avere il tigre e non arrivava non feci l’occhio alla daruma per paura di fallire. Poi il Tigre arrivo senza l’aiuto della daruma e io lasciai la bambola senza occhi pur avendo tanti desideri, qualcuno veramente importante. Il tuo articolo mi ha fatto pensare a questa cosa. E mentre ti auguro tante daruma, oggi …vado a fare un occhio alla mia, che la vita è corta! Baci
    P.s.: ma quanto sei giovanre!!!

    Mi piace

    • Grazie! La gioventù è tutta relativa! Alla fine ho un po’ bruciato le tappe, con la maternità e tutto… Quindi magari mi vivrò una seconda giovinezza verso i 40? Chissà!
      Couchsurfing e in genere tutti i sistemi per ospitare gente a casa propria, portano a bellissime esperienze, che consiglio a tutti ma proprio a tutti: Ti riporta alla base e ti fa viaggiare “per procura”, quando magari non ci sono le risorse (non solo di soldi ma anche di tempo). E poi… Impari cosa sia una daruma doll! 😉

      Mi piace

  2. Pingback: A casa nel mondo | Materfamilias

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...